ICPC e ICD

ICD significa International Classification of Diseases

ICD è un modello di classificazione che si effettua attraverso la diagnosi è utile a una sistematizzazione epidemiologica generale, ai fini di gestione della salute e per l’uso clinico

Permette

  • un’analisi dello stato di salute generale di gruppi di popolazione
  • il monitoraggio dell’incidenza delle malattie
  • lo studio della prevalenza delle malattie e di altri problemi di salute in relazione ad altre variabili (ad es. le caratteristiche individuali delle persone colpite).

L’ultima revisione dell’ICD è arrivata fino al 10, vale a dire si utilizza ICD-10.

ICPC è l’acronimo di International Classification of Primary Care

  • L’ultima edizione di ICPC è arrivata alla seconda edizione (ICPC-2) ICPC
  • ICPC è stato sviluppata secondo concetti medici in classi che sono state scelte per la loro rilevanza per la medicina di famiglia
  • Classifica i dati dei pazienti e l’attività clinica nei settori della Medicina Generale/ Di Famiglia e nelle Cure Primarie

Utilizzo di ICPC

  • ICPC è facile da usare, semplice nella costruzione, multilingue e multiculturale.
  • Codici possono essere mappati ICD per il confronto con altri vocabolari controllati.
  • ICPC-2 classifica i dati dei pazienti e l’attività clinica nei settori della Medicina Generale/Medicina di Famiglia e Cure Primarie.
  • Tenendo conto della distribuzione di frequenza dei problemi visto in questi settori. ICPC-2 consente la classificazione del motivo dell’incontro per il paziente, dei problemi / diagnosi,degli interventi.
  • Ordinamento di questi dati avviene nell’episodio di cura.

Utilizzo di ICD

  • ICD consente di rilevare morbilità e mortalità in modo tale da poter essere sistematicamente raccolti in diversi paesi e analizzati statisticamente.
  • ICD è utilizzato per classificare le malattie e altri problemi di salute registrati su molti documenti di vitale importanza compresi i certificati di morte e la documentazione sanitaria ospedaliera.
  • ICD-9-CM (International Classification of Diseases, Clinical Modification) è ancora impiegato CMS dal nostro sistema informatico sanitario nazionale.

L’ICPC come si è detto è sempre stato legata alla Classificazione internazionali delle malattie voluta dall’Organizzazione Mondiale per la Salute. L’uso estensivo dell’ICPC ha confermato che è complementare a l’ICD e le due classificazioni non sono in competizione. E’ apprezzabile che WONCA e OMS siano arrivati a sostenere reciprocamente questi due sistemi di classificazione.

La prima edizione dell’ICPC conteneva un elenco di codici di conversione all’ICD-9. Dal momento in cui venne introdotto l’ICD-10 e sulla traccia di questo si arrivò all’ICPC-2, in modo tale che potessero essere usati dei puntuali sistemi di conversione.

Gli utenti che necessitano ancora una conversione all’ICD-9 possono utilizzare un sistema di conversione ancora prodotto dalla commissione della Classificazione WONCA.

ICPC comporta a pieno regime 1360 rubriche di fronte alle 7000-8000 del ICD-10. Un sesto almeno delle rubriche dell’ICPC trova la sua corrispondenza in modo biunivoco nell’ ICD-10, la qualcosa significa che le rispettive rubriche di questi due sistemi designano strettamente gli stessi concetti. Alcune dozzine di rubriche dell’ICPC sono incluse in modo non ambiguo in una rubrica dell’ICD-10 raggruppando concetti maggiori rispetto a quest’ultima

Entrambe le situazioni si prestano a una conversione automatica

ICPC-2 ICD-10
Classificatura Nomenclatura
Biassiale Monoassiale
1360 voci 8000 voci
Localizzazione Eziologia
Gestione dell’incertezza Precisione
Orientata sul paziente Orientata sulla malattia
Riflessione nel tempo Intervento puntuale
Codice in tempo reale Codice in tempo differito

In primo piano
News

Il sito icpc-italia.org utilizza i cookie per semplificare la navigazione ai propri utenti o per condividere i contenuti sui principali social network. E' possibile bloccare i cookie non indispensabili o sconosciuti.
Cliccando sul pulsante "Accetto", chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altro modo, acconsenti all'uso dei cookie. Altre informazioni

Il sito icpc-italia.org utilizza i cookie per semplificare la navigazione ai propri utenti o per condividere i contenuti sui principali social network. E' possibile bloccare i cookie non indispensabili o sconosciuti.
Cliccando sul pulsante "Accetto", chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altro modo, acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi