Statuto

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO

dell’Associazione Scientifica non riconosciuta “ICPC CLUB ITALIA (Società Nazionale per la diffusione in Italia della Classificazione Nosografica Internazionale delle Cure Primarie WONCA-ICPC)

TITOLO I

Articolo 1

Atto Costitutivo

Con la presente scrittura privata che resterà agli atti del Notaio che ne autenticherà le firme, tra i Signori:

- D’Addio Filippo, nato a Santa Maria a Vico (CE) il 2 luglio 1958, residente a Maddaloni (CE), Via Napoli, 22, C.F. DDD FPP 58L02 I233P;

- Napolitano Enrico, nato a Liveri (Na) 3 marzo 1955, residente a Liveri (Na), Salita Bocciano, 1, C.F. NPL NRC 55C03 E620K;

- Petrazzuoli Ferdinando, nato a Ruviano (CE) il 26 ottobre 1958, residente a Ruviano (CE), Via Orientale, 3, C.F. PTR FDN 58R26 H165X;

- Buono Nicola, nato a Teverola (CE) il 27 aprile 1956, residente in Prata Sannita (CE), Via Tartari,5, C.F. BNU NCL 56D27 L155C;

- Farinaro Carmine, nato ad Aversa (CE) il 18 aprile 1952, residente ad Aversa (CE), Via Paolo Riverso, 36, C.F. FRN CMN 52D18 A5120;

- Baraldini Laura, nata a Bologna il 29 agosto 1952, residente a San Lazzaro Di Savena (BO), Via Don Minzoni, 75, C.F. BRL LRA 52M69 A944E;

- Scelsa Amedeo Natalino, nato a Crispiano (TA) il 25 dicembre 1956, residente a Cervia (RA), Via Palazzone, 28/b, C.F. SCL MNT 56T25 D171X;

- Cavicchi Angelo, nato a Portomaggiore (FE) il 20 novembre 1954, residente a Voghiera (FE), Via A. Moro, 1/a, C.F. CVC NGL 54S20 G916P;

- Maragno Enrico, nato a Rovigo il 19 gennaio 1953, residente a Pontecchio Polesine (RO), Via Marconi, 1477, C.F. MRG NRC 53A19 H620H;

- Cocchi Andrea, nato a Lecco l’11 marzo 1946, residente a Malgrate (CO), Via ai Colli, 13, C.F. CCC NDR 46C11 E507A;

- Casadei Fabio, nato a San Mauro Pascoli (FORLI) il 2 aprile 1945, residente a Ferrara, Via Cammello, 10/a, C.F. CSD FBA 45D02 I027L;

è costituita l’Associazione Scientifica non riconosciuta “ICPC CLUB ITALIA (Società Nazionale per la diffusione in Italia della Classificazione Nosografica Internazionale delle Cure Primarie WONCA-ICPC)” con sede in Caserta, Piazza Matteotti, 67.

Articolo 2 

Scopi e Attività

L’Associazione é apartitica e non pone nessuna restrizione di colore, sesso, religione, censo ai propri associati, ed anzi rifiuta a priori ogni restrizione

o distinzione basata su tali premesse. L’Associazione non ha fini di lucro e si propone intenti esclusivamente culturali, scientifici e professionali legati all’introduzione e allo sviluppo in Italia della Classificazione Internazionale denominata ICPC (International Classification of Primary Care, Second edition (ICPC-2 ed eventuali successive) elaborata dalla WONCA, (acronimo di World Organization of National Colleges, Academies and Academic Associations of General Practitioners and Family Physician). Questa classificazione, introdotta nei sistemi di gestione informatica applicati nei vari settori delle cure primarie, migliora la individuazione e la registrazione dei bisogni e della domanda di salute degliutenti, della risposta data dal professionista e dell’iter diagnostico terapeutico che è scaturito dall’incontro medico-paziente. Sono compiti istituzionali dell’Associazione quelli di: a) promuovere e diffondere la conoscenza e l’uso degli strumenti di classificazione di segni, sintomi e stati morbosi nell’ambito delle cure primarie/medicina del territorio;

b) gestire e sviluppare la traduzione e la diffusione dell’uso, in particolar modo nelle cartelle cliniche informatizzate, in Italia della Classificazione Internazionale denominata ICPC (International Classification of Primary Care, Second edition (ICPC-2) ed eventuali successive, elaborata dalla WONCA (acronimo di World Organization of National Colleges, Academies and Academic Associations of General Practitioners and Family Physician);

c) mantenere e far crescere i rapporti con: – la Commissione Wonca che studia e aggiorna ICPC; – le Associazioni Mediche italiane e di altri Paesi che si interessano allo sviluppo e diffusione di ICPC nei paesi d’appartenenza;

d) formare ‘Trainers’, medici e non, in grado di svolgere interventi di addestramento e alfabetizzazione all’utilizzo di ICPC;

e) sviluppare la ricerca scientifica nelle Cure Primarie attraverso l’utilizzo della ICPC;

f) organizzare o partecipare a Convegni, Seminari, Corsi o manifestazioni, anche internazionali, al fine di formare e valorizzare le energie e le potenzialità culturali italiane in questo campo;

g) pubblicare giornali, periodici o libri a stampa o telematici;

h) stipulare convenzioni con Enti Pubblici o Privati, ovvero accedere a finanziamenti, sponsorizzazioni o elargizioni liberali pubbliche o private, italiani ed internazionali, al fine di raggiungere gli scopi sociali.

Articolo 3

Soci

a) Sono Soci Fondatori i sottoscritti Medici di Assistenza Primaria che hanno costituito l’”ICPC CLUB ITALIA” e che sviluppano iniziative e progettualità nell’ambito degli scopi e delle attività istituzionali della Associazione.

b) Sono Soci Effettivi tutti gli operatori sanitari e non (epidemiologi, linguisti, psicologi, sociologi, etc.) iscritti all’”ICPC CLUB ITALIA” in seguito a domanda di iscrizione e con regolare versamento della quota sociale. Sviluppano iniziative e progettualità nell’ambito degli scopi e delle attività istituzionali della Associazione.

c) Sono Soci Onorari personalità che hanno dato e danno lustro alla medicina delle Cure Primarie e sono nominati dal Coordinamento ad approvati dalla Assemblea. Sono coinvolti in iniziative e progettualità nell’ambito degli scopi e delle attività istituzionali della Associazione. I Soci, aderendo all’Associazione, accettano lo Statuto ed i regolamenti della stessa. Tutti i soci hanno diritto di accesso ai locali sociali, alle manifestazioni eventualmente organizzate dall’Associazione, alla frequenza di corsi eventualmente organizzati dall’Associazione e, in generale, a tutte le iniziative di cui l’Associazione si fa promotrice. I Soci Fondatori e Effettivi hanno diritto a partecipare alla gestione dell’ Associazione attraverso l’esercizio del diritto di voto in Assemblea e a ricoprire le cariche istituzionali.

La qualifica di Socio si perde per dimissioni, per morosità, per radiazione pronunciata dal Coordinamento.

TITOLO II

ORGANI SOCIALI

Articolo 4

Organi Sociali sono:

1) L’Assemblea dei Soci Fondatori;

2) L’Assemblea dei Soci;

3) Il Presidente;

4) Il Coordinamento.

Articolo 5

L’Assemblea dei Soci Fondatori si riunisce una sola volta per autoconvocazione per nominare, con votazione a scrutinio segreto o per acclamazione, il primo Coordinamento. Decide una tassa “una tantum” per l’avvio finanziario (start up) dell’Associazione.

Ogni socio fondatore è considerato legalmente presente se fisicamente in sede, o per delega scritta.

Articolo 6

L’Assemblea dei Soci é costituita da tutti i Soci: fondatori, effettivi, onorari. L’Assemblea dei soci è il massimo organo deliberante dell’ Associazione. Essa è convocata, presso la sede dell’Associazione o in altra sede, purchè in Italia, di obbligo una volta all’anno dal Presidente entro il 30 giugno.

Il Presidente può convocare ulteriormente l’assemblea dei soci ogni qualvolta lo ritenga opportuno, o su richiesta di una maggioranza semplice di iscritti o una maggioranza semplice dei componenti del Coordinamento. L’avviso di convocazione è spedito almeno trenta giorni prima della data prescelta per l’Assemblea, e indica il luogo, la data, l’ora in cui si terrà l’Assemblea stessa, sia in prima che in seconda convocazione, con il relativo ordine del giorno.

Ogni socio al momento della Assemblea è considerato legalmente presente se: fisicamente in sede, in collegamento multimediale, per delega ad altro Socio. Compiti dell’Assemblea sono:

a) discutere le linee programmatiche dell’Associazione;

b) eleggere, con indicazione di voto segreto o palese o per acclamazione, ogni 3 anni i membri del Coordinamento;

c) approvare il bilancio consuntivo annuale;

d) apportare eventuali modifiche al Regolamento;

e) apportare eventuali modifiche allo Statuto, con decisione presa a maggioranza dei 2/3 dei presenti.

Articolo 7

Coordinamento

È composto da cinque a sette soci eletti dall’Assemblea dei Soci tra i soci effettivi e fondatori. Si riunisce, su convocazione del Presidente, almeno una volta ogni tre mesi. Rimane in carica di regola tre anni, decadendo automaticamente al termine del mandato. Decade anticipatamente nel caso di dimissione anticipata di più di due componenti o nel caso di non approvazione del bilancio consuntivo annuale da parte dell’Assemblea dei Soci. Compiti del Coordinamento sono:

a) l’elezione nel proprio ambito del Presidente, del Segretario, del Tesoriere;

b) il coordinamento delle attività istituzionali;

c) la promozione e il coordinamento di attività intraprese da parte dei soci;

d) la cura dei rapporti con altre Organizzazioni Scientifiche e/o Professionali;

e) l’affronto e la risoluzione di controversie interne all’Associazione, e/o la disposizione di eventuali azioni disciplinari nei confronti di soci, a maggioranza semplice dei componenti;

f) l’accoglimento delle richieste di adesione da parte di nuovi Soci.

Articolo 8

Il Presidente rappresenta legalmente l’”ICPC CLUB ITALIA” e ne promuove le attività sociali. E’ il custode dello Statuto e del Regolamento. Convoca e presiede gli Organi Societari: il Coordinamento e l’Assemblea dei Soci.

Rimane in carica di regola tre anni, decade anticipatamente per sue dimissioni o per sanzioni disciplinari disposte dal Coordinamento in caso di mancato espletamento dei compiti istituzionali come da Statuto (mancata convocazione nei tempi previsti dell’Assemblea dei Soci) o in seguito a sanzione disciplinare disposta dal Coordinamento, con decisione assunta alla unanimità dei restanti membri.

Articolo 9

Compiti del Segretario sono:

a) coadiuvare il Presidente nell’adempimento delle sue funzioni;

b) curare l’informazione degli iscritti sulle varie attività sociali;

c) curare il coinvolgimento degli iscritti nelle varie attività sociali;

d) curare la struttura organizzativa dell’Associazione;

e) redigere gli atti formali della vita dell’Associazione (verbale delle sedute di Coordinamento, verbale delle Assemblee).

Articolo 10

Compiti del Tesoriere sono:

a) coadiuvare il Presidente nell’adempimento delle sue funzioni;

b) gestire i fondi raccolti per realizzare le attività istituzionali attraverso registrazioni contabili, aperture di conti correnti bancari sui quali operare unitamente al Presidente con firma disgiunta ed eguali poteri;

c) visionare e valutare dal punto di vista della copertura finanziaria le iniziative tendenti a sviluppare le attività istituzionali prodotte dai singoli soci;

d) redigere il Bilancio consuntivo annuale per conto del Coordinamento da sottoporre all’Assemblea dei Soci per l’approvazione.

TITOLO III

NORME FINALI

Articolo 11

E’ fatto divieto di uso improprio della sigla “ICPC CLUB ITALIA” al di fuori delle norme statutarie e regolamentari.

Articolo 12

L’Associazione si intende costituita con durata illimitata. L’eventuale scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea a maggioranza dei 2/3 dei partecipanti, che provvede alla nomina di uno o più liquidatori in ordine alla devoluzione del patrimonio dell’Associazione.

Articolo 13

Tutte le cariche e gli organi statutari durano in carica 3 (tre) anni e sono rinnovabili.

Articolo 14

Il presente Statuto è completato da un Regolamento di attuazione che si allega alla presente scrittura sotto la lettera “A”, e alla cui osservanza sono tenuti i Soci e gli Organi Statutari. Per quanto non previsto dal presente Statuto vigono le disposizioni di Legge.

Articolo 15

a) Divieto di distribuire durante la vita dell’Associazione sotto qualsiasi forma utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve e capitale (a meno che la distribuzione sia imposta dalla Legge).

b) In caso di scioglimento dell’Associazione obbligo di devolvere il patrimonio ad altre Associazioni con scopi simili o comunque ai fini di pubblica utilità (salvo eccezioni imposte dalla Legge).

c) Obbligo di redigere un rendiconto economico e finanziario annuale.

d) Intrasmissibilità delle quote degli Associati per atto tra vivi e divieto di rivalutazione delle stesse. e) Partecipazione degli Associati a tempo indeterminato. L’Assemblea dei Soci Fondatori nomina il primo Coordinamento che dura in carica tre anni, nelle persone dei Signori: – Scelsa Amedeo Natalino Presidente – Buono Nicola Segretario – Cocchi Andrea Tesoriere Napolitano Enrico, Maragno Enrico Coordinatori, i quali presenti accettano la carica loro conferita. La quota associativa per l’anno 2010 viene fissata in Euro 70= (settanta). Le spese della presente scrittura privata sono a carico dell’associazione stessa.

Ferrara, Via Cosmè Tura, 33, addì sabato 16 (sedici) del mese di Gennaio dell’anno 2010 (duemiladieci)

 

16. 1. 2010 AUTENTICA DI FIRMA

Certifico io sottoscritta dr. Patrizia Bertusi Nanni, Notaio con residenza in Ferrara ed iscritta nel ruolo del collegio del Distretto Notarile di detta città, che i Signori: – D’Addio Filippo, nato a Santa Maria a Vico (CE) il 2 (due) luglio 1958 (millenovecentocinquantotto), residente a Maddaloni (CE), Via Napoli, 22;

- Napolitano Enrico, nato a Liveri (Na) 3 (tre) marzo 1955 (millenovecentocinquantacinque), residente a Liveri (Na), Salita Bocciano, 1;

- Petrazzuoli Ferdinando, nato a Ruviano (CE) il 26 (ventisei) ottobre 1958 (millenovecentocinquantotto), residente a Ruviano (CE), Via Orientale, 3;

- Buono Nicola, nato a Teverola (CE) il 27 (ventisette) aprile 1956 (millenovecentocinquantasei), residente in Prata Sannita (CE), Via Tartari, 5;

- Farinaro Carmine, nato ad Aversa (CE) il 18 (diciotto) aprile 1952 (millenovecentocinquantadue), residente ad Aversa (CE), Via Paolo Riverso, 36;

- Baraldini Laura, nata a Bologna il 29 (ventinove) agosto 1952 (millenovecentocinquantadue), residente a San Lazzaro Di Savena (BO), Via Don Minzoni, 75;

- Scelsa Amedeo Natalino, nato a Crispiano (TA) il 25 (venticinque) dicembre 1956 (millenovecentocinquantasei), residente a Cervia (RA), Via Palazzone, 28/b;

- Cavicchi Angelo, nato a Portomaggiore (FE) il 20 (venti) novembre 1954 (millenovecentocinquantaquattro), residente a Voghiera (FE), Via A. Moro, 1/a;

- Maragno Enrico, nato a Rovigo il 19 (diciannove) gennaio 1953 (millenovecentocinquantatre), residente a Pontecchio Polesine (RO), Via Marconi, 1477;

- Cocchi Andrea, nato a Lecco l’11 (undici) marzo 1946 (millenovecentoquarantasei), residente a Malgrate (CO), Via ai Colli, 13;

- Casadei Fabio, nato a San Mauro Pascoli (FORLI) il 2 (due) aprile 1945 (millenovecentoquarantacinque), residente a Ferrara, Via Cammello, 10/a;

della cui identità personale sono certo io Notaio, hanno apposto le suestese firme in mia presenza, alle ore 15.30 (quindici e trenta).

 

Scarica lo statuto di Icpc Italia in formato PDF (42 KB)

In primo piano
News

Il sito icpc-italia.org utilizza i cookie per semplificare la navigazione ai propri utenti o per condividere i contenuti sui principali social network. E' possibile bloccare i cookie non indispensabili o sconosciuti.
Cliccando sul pulsante "Accetto", chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altro modo, acconsenti all'uso dei cookie. Altre informazioni

Il sito icpc-italia.org utilizza i cookie per semplificare la navigazione ai propri utenti o per condividere i contenuti sui principali social network. E' possibile bloccare i cookie non indispensabili o sconosciuti.
Cliccando sul pulsante "Accetto", chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altro modo, acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi